• VACCINO ANTINFLUENZALE

    Presso la struttura Diagnofisic è disponibile la vaccinazione antinfluenzale.
    La prestazione vaccinale viene effettuata con vaccino tetravalente(protegge da 4 varianti di virus influenzale).

    Prenota ora al numero 02 5510667

ULTIME NEWS

TUTTE LE INFO UTILI

L’epicondilite (“gomito del tennista”)

L’epicondilite (precisamente epicondilite omerale), è un’infiammazione dei tendini che vanno a gravare sul gomito, in dettaglio sull’epicondilo laterale. È una dolorosa infiammazione conosciuta anche come gomito del tennista, dato che colpisce spesso gli sportivi di questa categoria, o gomito del granchio. Similmente, nell’epitrocleite o gomito del golfista la zona dolente del gomito è invece quella mediale dove sono interessate le relative inserzioni osteo-tendinee. L’epicondilite laterale è spesso determinata da un sovraccarico funzionale, cioè da un uso eccessivo e continuato del gomito, ed è tipica dei soggetti che, come detto, a causa di particolari attività sportive o professionali, sono costretti a ripetere determinati movimenti. In particolare, il gomito del tennista è una tendinopatia inserzionale: il processo flogistico interessa l’inserzione dei muscoli epicondilei estensori dell’avambraccio, che originano dall’epicondilo laterale del gomito (localizzato in prossimità della sporgenza ossea nell’estremità inferiore esterna dell’omero). Il gomito del tennista è causato dunque da un’infiammazione a carico dei muscoli e dei tendini che si inseriscono nell’epicondilo laterale e che sono responsabili dell’estensione del polso o delle dita della mano Gli atleti non sono le uniche persone in cui occorre il gomito del tennista. L’epicondilite laterale può insorgere a seguito di qualsiasi attività ripetuta che coinvolga la torsione o l’estensione del polso, il sollevamento di pesi e l’abuso dei muscoli dell’avambraccio. Le attività che possono causare il gomito del tennista includono: – Sport con racchetta, come tennis, badminton e squash; – Sport da lancio, come il giavellotto o il disco; – Altri sport: golf e scherma; – Attività professionali che comportano movimenti ripetitivi delle mani e del polso: idraulico, muratore, carpentiere, macellai, cuochi, falegnami sarti e pittori; – Altre attività che sollecitano intensamente gomito e polso, come suonare il violino o utilizzare cesoie durante il giardinaggio. Il periodo di massima insorgenza dell’epicondilite è quello compreso tra i 30 e i 50 anni di età, anche se chiunque può essere colpito dal gomito del tennista qualora vi sia l’esposizione ai relativi fattori di rischio. I sintomi del gomito del tennista si sviluppano gradualmente. Nella maggior parte dei casi, il dolore inizia con lieve intensità e lentamente peggiora nel corso di settimane e mesi. In genere, non esiste una specifica lesione violenta associata all’esordio del quadro clinico. Segni e sintomi dell’epicondilite laterale sono: – Dolore e gonfiore localizzati sulla parte esterna del gomito, in corrispondenza dell’epicondilo laterale; -Dolore nella parte esterna dell’avambraccio, appena sotto il gomito (in corrispondenza dei muscoli epicondilei che si innestano sull’epicondilo laterale). Il dolore può anche irradiarsi lungo l’avambraccio verso il polso e nella parte posteriore della mano; – Forza nella presa debole e dolorosa, anche mentre si stringono tra le mani piccoli oggetti, relativamente pesanti; – Peggioramento del dolore con i movimenti del polso, in particolare con l’estensione e i movimenti di sollevamento; – Rigidità mattutina. Il primo passo verso la guarigione consiste nel riposo del braccio colpito durante il periodo in cui l’infiammazione è in fase acuta. Inoltre, è fondamentale cercare di evitare per diverse settimane l’attività che ha provocato l’insorgenza del problema e che potrebbe ulteriormente aggravare il disturbo. Le applicazioni locali di un impacco freddo da porre contro il gomito per pochi minuti, più volte al giorno, possono contribuire a lenire il dolore e a ridurre il processo infiammatorio. L’assunzione di antidolorifici, sia per via sistemica che a livello topico, può contribuire ad alleviare il dolore lieve. La fisioterapia può essere raccomandata se il gomito del tennista è più grave o persistente. Le tecniche di terapia manuale, come il massaggio e altre manipolazioni, possono aiutare ad alleviare il dolore e la rigidità dell’articolazione. Infine, solo se i sintomi non migliorano dopo almeno un anno di terapia conservativa, possono essere presi in considerazione trattamenti invasivi, come la chirurgia.

maggiori informazioni

BODYTEC DISPONIBILE PRESSO CENTRO MEDICO ROCCA

Bodytec, il sistema professionale di allenamento personalizzato per tutto il corpo basato sull’elettrostimolazione muscolare, è disponibile presso il Centro Medico Rocca. L’innovativo metodo di lavoro è già inseribile nei programmi d’allenamento definiti con esperti del Centro.

maggiori informazioni

CENTRO MEDICO ROCCA SEDE DI SAFETY FIRST

Il Centro Medico Rocca è sede operativa di Safety First, una società che si occupa di sicurezza, formazione e Medicina del lavoro erogando servizi quali: visite, supporto al lavoratore e alle aziende, corsi di formazione. Contattaci per approfondire la gamma dei servizi Safety First disponibili presso Centro Medico Rocca.

maggiori informazioni

ABBIAMO CREATO UNA CLINICA A PORTATA DI MANO. AGGIUNGI IL NUOVO SITO CENTRO MEDICO RIABILITATIVO ROCCA DIRETTAMENTE ALLA HOME DEL TUO SMARTPHONE E TABLET PER ACCEDERE AI NOSTRI SERVIZI.

Basta davvero poco per salvare il nostro nuovo sito sulla home del tuo dispositivo. Segui la procedura e avrai la possibilità di consultare o prenotare i nostri servizi in qualsiasi momento della giornata e di comunicare direttamente con un membro del nostro staff in tempo reale grazie alla nostra nuova chat. Per dispositivi iOS: 1 – Utilizzare il browser Safari per accedere al sito: www.centromedicorocca.it 2 – Accedere al menù del browser cliccando sull’icona con il quadrato e la freccia rivolta verso l’alto. Si trova nella parte inferiore dello schermo su iPhone e nella parte superiore dello schermo su iPad). 3 – Una volta aperte le opzioni del menù, cliccare sull’icona “+” Aggiungi a Home. Per dispositivi Android: 1 – Utilizzare il browser Google Chrome per accedere al sito: www.centromedicorocca.it 2 – Cliccare sull’icona di menù del browser 3 – Una volta aperte le opzioni del menù, selezionare la voce Aggiungi a schermata Home.

maggiori informazioni